Al “Rocco” passa la Sambenedettese, gli ospiti si impongono 1-2

al-rocco-passa-la-sambenedettese-gli-ospiti-si-impongono-1-2

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – S.S. SAMBENEDETTESE  1-2 (P.T. 0-1)

MARCATORI: 3′ Cernigoi, 61′ Di Pasquale, 90′ Costantino

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Formiconi (68′ Mensah), Codromaz (57′ Gatto), Malomo, Lambrughi; Giorico (73′ Paulinho), Lodi, Maracchi (57′ Frascatore), Procaccio; Gomez (46′ Costantino), Granoche.  A disp: Matosevic, Steffè, Ermacora, Scrugli, Cernuto, Salata.  All. Carmine Gautieri

S.S. SAMBENEDETTESE (4-3-3): Massolo; Rapisarda, Biondi, Miceli, Gemignani; Gelonese (82′ Carillo), Angiulli, Frediani (73′ Grandolfo); Orlando (9′ Di Pasquale), Cernigoi, Volpicelli (73′ Rocchi).  A disp: Santurro, Fusco, Trillò, Bove, Piredda, Garofalo, Panaioli, Rea.  All. Gianluca Dottori

ARBITRO: Paterna (Teramo)  ASSISTENTI: Gualtieri (Asti) Massimino (Cuneo)

NOTE: Serata fresca, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Volpicelli, Cernigoi (Sa), Maracchi, Frascatore, Granoche (Ts) per gioco falloso, Malomo (Ts) e Rapisarda (Sa) per reciproche scorrettezze. Espulsi: Miceli (Sa) al 7’pt per fallo da ultimo uomo, Cernigoi al 25’st per doppia ammonizione. Recupero: 2′ e 4′

 

Dopo quasi un mese di attesa si riprende a giocare, al “Rocco” l’Unione inaugura il 2020 ospitando la Sambenedettese in uno scontro diretto in chiave playoff. Confermata la formazione che ha sbancato Rimini prima della sosta con una sola grande novità, l’esordio di Francesco Lodi in cabina di regia.

Avvio in salita per la Triestina, colpita a freddo dopo 3′ da Cernigoi su azione d’angolo, il centravanti ospite mette in rete da due passi dopo un primo colpo di testa respinto dalla traversa. Altro episodio significativo al 7′ quando gli ospiti restano in dieci complice il rosso diretto a Miceli, che stende ai venticinque metri Granoche messo a tu per tu col portiere da un errato retropassaggio marchigiano. Dottori (oggi in panchina per lo squalificato Montero) toglie subito un attaccante (Orlando) riequilibrando i suoi con Di Pasquale. Palla gol alabardata al 10′ su palla inattiva di Lodi dalla sinistra, Granoche pizzica di testa con sfera che si perde a lato di pochissimo. Al 19′ la chance arriva dagli undici metri per un raddoppio difensivo giudicato falloso su Procaccio in piena area ospite, Granoche calcia di potenza ma senza angolare e Massolo devìa sulla propria destra. La Triestina ci prova con foga ma senza la dovuta precisione, gli ospiti si difendono con ordine senza correre grossissimi pericoli e la contesa prosegue senza cambiamenti nel punteggio fino all’intervallo, con la Samb avanti di una rete.

Al rientro in campo negli alabardati dentro Costantino per Gomez, al 2′ è proprio Costantino a superare Massolo ma l’assistente Gualtieri vanifica l’esultanza segnalando fuorigioco. Al 4′ uno due Procaccio-Costantino-Procaccio, destro a botta sicura da pochi metri  e prodigiosa risposta di Massolo che manda in angolo (poi senza esito). All’undicesimo un’altra clamorosa palla gol capita sul destro di Granoche, la sfera calciata a pochi metri da Massolo fa la barba al palo dando solo l’illusione del gol. Doppio cambio Triestina con Gatto e Frascatore per Codromaz e Maracchi, la serata diventa però ancor più difficile al 16′ con il raddoppio ospite, punizione di Volpicelli sulla quale Di Pasquale di testa anticipa Offredi realizzando lo 0-2. Dalla parte opposta al 19′ ci prova Malomo di testa su piazzato di Lodi, la sfera pizzica la traversa terminando sul fondo. A metà ripresa nella Triestina dentro Mensah per Formiconi mentre al 25′ gli ospiti restano in nove, Cernigoi si vede sventolare il secondo giallo per simulazione. Passano 2′ e Lodi col mancino dal limite centra il palo pieno a portiere battuto, subito dopo serie di cambi: nella Triestina Paulinho per Giorico, negli ospiti Rocchi e Grandolfo per Volpicelli e Frediani. Altra gigantesca palla gol alla mezz’ora, Lodi pesca Mensah che in tuffo da pochi passi si vede mettere in corner la sfera da Massolo. Si entra nella fase finale di gara e i marchigiani inseriscono Carillo per Gelonese, i tentativi alabardati non portano pericoli particolari dalle parti di Massolo che si può così disimpegnare senza particolari affanni e quando non può arrivarci il portiere, come al 40′ su deviazione aerea di Costantino, è la sfera a lambire il palo senza trovare il bersaglio. A 2′ dal 90′ Frascatore indovina un bolide mancino, Massolo è ancora miracoloso e si salva con l’aiuto del palo. Al 90′ su azione d’angolo Paulinho trova Costantino che di testa accorcia le distanze ma la rete non basta per completare la rimonta, gli ospiti si impongono 1-2 costringendo allo stop la Triestina nel primo impegno ufficiale del nuovo anno.

 

Ph. Lasorte