Beffa incredibile a Imola, la Triestina comanda a lungo ma i padroni di casa si impongono 2-1

beffa-incredibile-a-imola-la-triestina-comanda-a-lungo-ma-i-padroni-di-casa-si-impongono-2-1

IMOLESE CALCIO – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  2-1 (P.T. 1-1)

MARCATORI: Granoche 17’, Hraiech 24’, Mosti 92′

IMOLESE CALCIO (4-3-1-2): Rossi; Sciacca (46’ Boccardi), Checchi, Carini, Fiore (55’ Varutti); Hraiech (60’ Ranieri), Gargiulo, Carraro, Mosti; De Marchi (68’ Giovinco), Cappelluzzo (68’ Rossetti).  A disp: Turrin, Bensaja, Tissone, Valentini, Giannini, Zucchetti, Lanini.  All. Alessio Dionisi

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-4-2): Offredi; Libutti (73’ Formiconi), Malomo, Lambrughi, Frascatore (90’ Hidalgo); Bariti (65’ Mensah), Coletti, Maracchi (73’ Steffè), Procaccio (46’ Petrella); Costantino, Granoche.  A disp: Boccanera, Matosevic, Pizzul, Codromaz, Beccaro, Bolis, Messina.  All. Massimo Pavanel

ARBITRO: Miele (Nola – NA)  ASSISTENTI: Vono (Soverato – CZ) Pacifico (Taranto)

NOTE: Pomeriggio primaverile, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Maracchi (Ts), Fiore (Im) per gioco falloso. Espulso: Offredi (Ts) al 93′ per intervento con le mani fuori dall’area. Recupero: 0’ e 5’

 

Sei turni al termine e per l’Unione la prima di due trasferte consecutive, facendo visita all’Imolese rivelazione del campionato e, fino al ko di una settimana fa col Monza, imbattuta in casa da due anni. Mister Pavanel recupera Bariti e conferma l’undici che ha avuto la meglio sulla Sambenedettese una settimana fa al “Rocco”, i padroni di casa vedono Lanini non al meglio e costretto quindi alla panchina, al suo posto Dionisi lancia dal 1’ Cappelluzzo, vecchia conoscenza di Massimo Pavanel ai tempi dell’Hellas Verona.

Subito Unione al tiro dopo 3’, corner ad uscire di Coletti e stacco imperioso di Granoche, conclusione tesa ma centrale che Rossi blocca con sicurezza. L’Imolese gioca bene a calcio e lo dimostra con tanta manovra, andando al tiro al quarto d’ora con un destro comunque debole di Carraro dalla media distanza. Passano 2’ e una letale Triestina trova il vantaggio con un’incornata imprendibile di Granoche, servito da un cross superbo di Frascatore dalla sinistra, palla davvero straordinaria. I padroni di casa non stanno a guardare e al 21’ confezionano un improvviso contropiede, salvato da una diagonale fondamentale di Libutti. La rete del pari arriva comunque 3’ più tardi, Hraiech risolve una mischia con un destro sporco, azione viziata da un evidente sgambetto subito da Malomo e non ravvisato da Miele che era vicino all’azione, vane le proteste alabardate. La Triestina non si perde d’animo sfiorando l’immediato nuovo vantaggio con un destro piazzato di Coletti fuori di un soffio, mentre al 27’ è Costantino in azione solitaria a calciare potente ma centrale col sinistro dal limite. La contesa prosegue sui binari dell’equilibrio, l’Unione ha qualche possibilità in più per riportarsi in vantaggio ma non riesce a concretizzare a dovere, si arriva al riposo sul punteggio di parità e con diversi alabardati attorno a Miele, artefice di una direzione tutt’altro che irreprensibile non solo sul gol del pari.

Si torna in campo con un cambio per parte, nell’Unione Petrella per Procaccio, nei rossoblù Boccardi per Sciacca. La prima emozione arriva al 4’ e vede Offredi esibirsi in un super intervento su destro angolato di Carraro dal limite, la manona dell’estremo alabardato sventa un pallone destinato in rete.

Immediata doppia risposta alabardata, al 6’ Bariti fugge a sinistra e sul suo cross nasce una mischia sventata in qualche modo dai padroni di casa, 1’ più tardi è Costantino ad andare non distante dal ‘sette’ con un potente destro da posizione defilata. Al 10’ ancora Triestina pericolosa con un ampio cross di Libutti dalla destra, Bariti raccoglie dalla parte opposta trovando l’esterno della rete da posizione defilata. Risposta Imolese al 12’ con un missile di Hraiech dai venticinque metri che sibila non lontano dal palo di sinistra di Offredi. Succede poco per una decina di minuti scarsi, al 20’ torna in campo Mensah che prende il posto di Bariti. Poco prima della mezz’ora è poi il turno di Steffè e Formiconi per Maracchi e Libutti. La Triestina attacca e mantiene costante la pressione costringendo i padroni di casa nella propria trequarti, al 33’ si fa vedere da palla inattiva Formiconi che si smarca benissimo sul primo palo, incornando però alle stelle il corner di Coletti con effetto ad uscire. Padroni di casa sempre più in difficoltà, la Triestina ci riprova ancora da corner di Coletti al 39’, stavolta è Costantino a staccare bene ma concludendo centrale, Rossi blocca. Nel finale è ancora la Triestina a provarci ma al 92′ su una rimessa laterale succede l’imponderabile, Rossetti impegna Offredi in diagonale e Mosti sulla ribattuta insacca il 2-1. Passa 1′ e con l’Unione sbilanciata in avanti arriva anche il rosso a Offredi, reo di aver intercettato con le mani all’altezza dei trenta metri un pallone indirizzato verso la porta da Giovinco. Finisce con una beffa atroce una partita che la Triestina ha condotto per larghi tratti, e al termine della quale sarebbe stato stretto probabilmente anche un pareggio. Figuriamoci una sconfitta.