Diverse occasioni non bastano, con un tiro nel finale il Modena espugna il “Rocco”

diverse-occasioni-non-bastano-con-un-tiro-nel-finale-il-modena-espugna-il-rocco

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – MODENA F.C. 0-1 (P.T. 0-0)

MARCATORI: 86′ Tulissi

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Formiconi, Codromaz, Malomo, Lambrughi; Maracchi (76′ Paulinho), Giorico, Steffè (67′ Gatto), Gomez (56′ Procaccio); Granoche (76′ Mensah), Costantino.  A disp: Matosevic, Ferretti, Ermacora, Beccaro, Cernuto.  All. Carmine Gautieri

MODENA F.C. (4-3-1-2): Gagno; Mattioli (88′ Politti), Zaro, Ingegneri, Varutti; De Grazia (74′ Laurenti), Pezzella (78′ Rabiu), Davì, Tulissi (88′ Boscolo Papo); Spagnoli, Bruno Gomes (46′ Sodinha).  A disp: Pacini, Narciso, Cargnelutti, Ferrario, Stefanelli, Duca, Spaviero.  All. Michele Mignani

ARBITRO: Cristian Cudini (Fermo)  ASSISTENTI: Vitali (Brescia) Salvalaglio (Legnano – Mi)

NOTE: Pomeriggio fresco, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Codromaz, Procaccio (Ts), Mattioli, Zaro (Mo) per gioco falloso. Recupero: 0′ e 6′

 

La quinta gara in due settimane chiude un ciclo intensissimo per gli alabardati, di scena al “Rocco” nell’ultimo match casalingo del 2019 contro il Modena, compagine appaiata in classifica alla Triestina e reduce dal vittorioso esordio di Mignani come neotecnico dei canarini (3-1 alla Vis PEsaro al “Braglia”). Tattiche speculari per le due formazioni, un 4-3-1-2 nel quale l’Unione presenta Lambrughi come terzino sinistro, mediana giuliana con Steffè e Maracchi accanto a Giorico e coppia d’attacco Granoche-Costantino supportata da Gomez. Ospiti che confermano l’undici di partenza di una settimana fa, affidando la regia al giovanissimo Pezzella e la pericolosità offensiva al duo Spagnoli-Bruno Gomes.

Avvio a buon ritmo e doppia fiammata alabardata poco dopo il 10′, prima Codromaz incorna potente ma centrale su punizione di Giorico dalla trequarti destra, poi Maracchi in ripartenza calcia dall’interno dell’area con Gagno che controlla in due tempi, anticipando il tap-in di Granoche. Grande occasione Triestina al 21′, cross di Formiconi da destra prolungato di testa da un difensore, Maracchi cerca la battuta col mancino al volo impattando male, la sfera diventa quasi un assist per Granoche che non riesce ad arrivare per questione di centimetri sul secondo palo. Ancora Unione al 25′, azione elaborata con cambio gioco di Lambrughi, sponda aerea di Steffè e contro cross al volo di Formiconi, la sfera danza a pochi passi da Gagno con Costantino che non riesce nel tocco vincente da pochi metri. Al 31′ ancora Triestina pericolosa, percussione di Maracchi a sinistra e cross che innesca una mischia in piena area modenese, la difesa emiliana nel panico si salva in corner e sull’angolo Codromaz incorna di poco a lato in precario equilibrio su uscita a vuoto di Gagno. Il primo tentativo ospite è di Pezzella al 33′, sinistro dai venti metri velleitario e impreciso che termina la sua corsa ampiamente a lato. Altra occasionissima invece per la Triestina al 35′, Costantino mette una palla velenosa da sinistra, Ingegneri liscia ma tocca quel tanto che basta per mandare a vuoto Granoche a due passi dalla porta sul secondo palo. Un pallone malamente svirgolato da Pezzella ai venti metri al 43′ è l’ultimo spunto di un primo tempo dominato per larghi tratti dall’Unione, alla quale è mancato un pizzico di fortuna al contrario delle situazioni pericolose, almeno cinque quelle nitide create.

Al rientro in campo negli ospiti dentro Sodinha per Bruno Gomes, ci provano gli emiliani al 2′ con una puntata del solito Pezzella che non inquadra la porta da circa venti metri. Decisamente più ghiotta la palla di Giorico al 3′ sulla testa di Granoche, El Diablo non trova però lo specchio da buona posizione dopo aver tagliato bene sul primo palo. Al 6′ ancora Giorico ad uscire dalla bandierina, Costantino in sforbiciata manda alto da buona posizione sul disturbo decisivo di un difensore. Al 12′ nella Triestina dentro Procaccio per Gomez, non cambia lo scacchiere tattico degli alabardati. A cavallo di metà frazione secondo cambio alabardato, con Gatto che sostituisce Steffè, si passa al 4-4-2. Prima occasione di un certo rilievo per il Modena al 26′, sinistro a giro di Tulissi largamente a lato dopo un’azione elaborata ma ben costruita sul lato destro del campo. Poco prima della mezz’ora negli ospiti dentro Laurenti per De Grazia, nell’Unione subito dopo entrano Mensah e Paulinho per Granoche e Maracchi. A 12′ dal termine nel Modena dentro Rabiu per l’infortunato Pezzella, alla ripresa del gioco Mensah trova spazio sulla sinistra e va fino in fondo, il suo cross in mezzo viene però rimpallato e poi allontanato dalla difesa emiliana. A 4′ dal termine al primo vero tiro in porta passano gli ospiti, ripartenza con Tulissi abile col piatto sinistro da posizione defilata per il vantaggio emiliano. Il forcing finale alabardato non produce occasioni di rilievo, una sfida nella quale sarebbe stato probabilmente stretto il pareggio, si chiude con una beffa atroce nel finale.

 

Ph. Scabar