Cesena Vs Triestina

0 - 2

  • Tartaglia (17)
  • Gomez (65)

CESENA FC – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  0-2 (P.T. 0-1)

MARCATORI: 17′ Tartaglia, 65′ Gomez

CESENA FC (4-3-2-1): Satalino; Munari, Ricci, Ciofi, Favale (53′ Aurelio); Collocolo (71′ Capellini), Petermann (46′ Maddaloni), Ardizzone; Russini (53′ Sala), Bortolussi (69′ Nanni); Caturano.  A disposizione: Nardi, Fabbri, Vallocchia, Koffi, Longo.  All. William Viali

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Tartaglia, Ligi, Lambrughi (46′ Rapisarda), Brivio; Rizzo, Giorico (82′ Palmucci), Maracchi (61′ Lodi); Sarno (69′ Granoche), Gomez, Petrella (69′ Natalucci).  A disposizione: Valentini, Rossi, Mensah, Struna.  All. Carmine Gautieri

ARBITRO: Feliciani (Teramo)  ASSISTENTI: Terenzio (Cosenza) Pedone (Reggio Calabria)

NOTE: Pomeriggio caldo con cielo variabile, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Ligi, Sarno, Giorico (Ts), Munari, Sala (Ces) per gioco falloso, Brivio (Ts), Caturano (Ces) per comportamento non regolamentare. Espulso: Munari (Ces) al 47′ pt per doppia ammonizione. Recupero: 3′ e 4′

Dopo il passo falso all’esordio, l’Unione scende in Romagna a caccia di punti e riscatto, ospite del Cesena reduce dal pareggio 1-1 in casa della Virtus Verona. Carmine Gautieri non cambia l’assetto tattico proponendo però più di una novità nell’undici di partenza. Davanti ad Offredi e alla coppia centrale Ligi-Lambrughi, i terzini sono Brivio da una parte e Tartaglia dall’altra. A centrocampo turno di riposo per Lodi, sostituito da Giorico nel ruolo di vertice basso, Maracchi e Rizzo completano la mediana. In attacco Gomez resta il riferimento centrale, supportato dalla coppia Sarno-Petrella. Padroni di casa con il 4-3-2-1, chiavi del centrocampo a Petermann con Caturano riferimento offensivo, supportato da Bortolussi e Russini.

Di fronte a un migliaio di spettatori, l’avvio di gara vede il Cesena tenere maggiormente il possesso palla, l’Unione riparte privilegiando maggiormente il binario di sinistra. Prima occasione al 9′ ed è alabardata, Petrella premia sul fondo l’inserimento di Maracchi, bordata rasoterra in mezzo chiusa in angolo con affanno dalla difesa romagnola. Dal corner a rientrare di Giorico arriva la spizzata di Gomez fuori di un soffio, con Tartaglia che non arriva di una virgola in spaccata per la correzione sottomisura. Al quarto d’ora grande chance per il Cesena, Petermann pennella morbido dalla trequarti, Bortolussi anticipa di testa l’uscita di Offredi ma trova la traversa a stoppare il suo tentativo, Lambrughi poi spazza definitivamente. Capovolgimento di fronte e grande giocata di Sarno nello stretto a premiare la corsa di Rizzo, steso alle soglie dell’area di rigore. Punizione dal vertice destro calciata da Sarno e messa fuori dalla difesa, raccoglie Petrella che crossa da sinistra trovando Ligi, assist nel traffico per Tartaglia che da pochi passi non sbaglia portando avanti l’Unione. Il gol anestetizza le emozioni per un quarto d’ora abbondante, occorre infatti attendere il 35′ per una ficcante incursione cesenate sulla sinistra, la botta di Russini dall’interno dell’area viene murata dalla difesa alabardata. I padroni di casa cercano di mettere pressione ma occasioni non ne arrivano, la Triestina difende con applicazione e riparte appena possibile. Nel secondo dei tre di recupero un illuminante lancio di Offredi pesca Petrella, l’attaccante con un grande controllo in corsa supera di slancio Munari che lo stende in malomodo alle soglie dell’area, secondo giallo per il difensore e doccia anticipata. La punizione di Giorico che ne segue non ha esito, sulla palla spazzata via dalla difesa arriva il duplice fischio di Feliciani che manda tutti negli spogliatoi sul parziale di 0-1.

Al rientro in campo il Cesena inserisce Maddaloni al posto di Petermann, l’Unione toglie Lambrughi con ingresso di Rapisarda. Palla gol gigantesca al 7′ per la Triestina, Sarno e Rappisarda duettano sulla destra, la sfera arriva a Maracchi che strozza un po’ il destro da ottima posizione, Satalino si salva coi piedi. Coast to coast di Collocolo sul capovolgimento di fronte, destro potente dai venticinque metri con palla abbondantemente a lato. Doppio cambio Cesena subito dopo, dentro Aurelio e Sala per Russini e Favale. Al 16′ è l’Unione ad operare un cambio, esce Maracchi ed entra Lodi. Al 20′ il raddoppio alabardato, Rapisarda scambia con Lodi e serve Gomez in piena area spalle alla porta, bellissimo movimento e diagonale destro imparabile. Superata metà frazione cambi da ambo le parti, nell’Unione Granoche e Natalucci per Sarno e Petrella, nel Cesena Nanni e Capellini per Bortolussi e Collocolo. Al 28′ Triestina a pochi centimetri dal tris, Lodi prova il mancino a giro dai venti metri, la sfera si perde a lato di un soffio. Al 32′ ancora Triestina vicina allo 0-3, Lodi su punizione dalla trequarti in posizione centrale trova la spizzata di un difensore romagnolo, palla alta di poco a Satalino battuto. Tripla clamorosa palla gol alabardata al 36′ su azione da corner, Tartaglia a colpo sicuro con salvataggio sulla linea, tentativo di Gomez murato da un difensore in area piccola, bordata di Giorico dai venti metri respinta da un difensore piazzato davanti a Satalino. A 8′ dal termine esordio per il 2001 Palmucci, inserito al posto di un ottimo Daniele Giorico. Al 90′ si vede il Cesena, bella giocata Caturano-Nanni con mancino di quest’ultimo di poco alto, complice anche una lieve deviazione della difesa giuliana. Nel primo dei 4′ di recupero ci prova Ardizzone dalla media distanza dopo un errato disimpegno alabardato, Offredi la tiene in due tempi. Non ci sono ulteriori spunti di cronaca, la Triestina passa con merito ed autorità a Cesena conquistando la prima importante vittoria in campionato.