Giana Erminio vs Triestina

1 - 1

  • Perna (81)

A.S. GIANA ERMINIO – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 1-1  (P.t. 0-0)

MARCATORI: 71’ Maracchi, 81’ Perna

A.S. GIANA ERMINIO (5-2-1-2): Leoni; Iovine, Bonalumi, Montesano, Perico, Solerio; Piccoli (61’ Dalla Bona), Pinto, Perna; Mutton (61’ Palesi), Rocco (75’ Jefferson).  A disp: Taliento, Origlio, Lanini, Pirola, Mandelli, Capano, Barba, Sosio, Giudici.  All. Riccardo Maspero

U.S. TRIESTINA CALCIO (4-4-2): Offredi; Formiconi, Codromaz, Lambrughi, Frascatore; Petrella (55’ Hidalgo), Steffè, Maracchi, Beccaro (75’ Bolis); Procaccio (86’ Bariti), Granoche.  A disp: Boccanera, Matosevic, Libutti, Pizzul, Gubellini, Pedrazzini, Messina.  All. Massimo Pavanel

ARBITRO: D’Ascanio (Ancona)  ASSISTENTI: Garzelli (Livorno) Nuzzi (Valdarno)

NOTE: Pomeriggio primaverile, terreno in discrete condizioni ma con manto erboso molto irregolare. Ammoniti: Formiconi, Lambrughi (Ts), Montesano (Gi) per gioco falloso. Recupero: 1’ e 4’

 

Il ritorno alle partite nel classico appuntamento domenicale, vede i rossoalabardati di scena a Gorgonzola contro la Giana Erminio, compagine reduce dal recente arrivo in panchina di Riccardo Maspero e molto più insidiosa di quanto non dica la delicata posizione di classifica. Unione in Lombardia senza gli squalificati Malomo e Coletti oltre agli infortunati Mensah e Costantino, Mister Pavanel non stravogle l’assetto tattico affidandosi a Codromaz, Steffè e Petrella.

Avvio di buona personalità degli alabardati che creano subito più di un presupposto interessante, pur non trovando la dovuta precisione anche complice un terreno in condizioni decisamente difficili. Grande agonismo e difficoltà a dare fluidità alla manovra, il primo tentativo è dei padroni di casa con Mutton al 22’ sugli sviluppi di una palla inattiva, il suo sinistro dall’interno dell’area è debole e ampiamente fuori misura. Poco prima della mezz’ora è provvidenziale il giallo rimediato da Formiconi, che stoppa ale soglie dell’area di rigore un pericoloso inserimento di Solerio, punizione di Pinto poi senza esito. Si fa vedere la Triestina alla mezz’ora con un pericoloso cross di Beccaro dalla trequarti destra, Leoni smanaccia con affanno in un’area senza attaccanti alabardati pronti ad intervenire. I padroni di casa mettono grande agonismo e con Rocco al 36’ costringono Offredi a un grande intervento, alzando in corner un sinistro da posizione ravvicinata. La risposta giuliana arriva al 41’ con Procaccio, il suo sinistro da posizione defilata viene respinto da un grande riflesso di Leoni con la mano di richiamo. E’ di fatto l’ultimo spunto di cronaca di un primo tempo contraddistinto dal buon avvio alabardato, dal crescendo dei padroni di casa e da una grossa chance per parte, su un terreno dove creare gioco è complicatissimo.

Si torna in campo senza modifiche agli schieramenti e con la Giana che al 4’ si fa vedere con un colpo di testa di Perna, Offredi attento sventa in tuffo la conclusione. Al 10’ primo avvicendamento del match, nella Triestina dentro Hidalgo per Petrella. Poco dopo il quarto d’ora cambi anche per la Giana, con l’ingresso di Dalla Bona e Palesi per Piccoli e Mutton. Al 24’ occasione colossale per l’Unione, Granoche vince un rimpallo e si invola verso la porta, l’ultimo controllo impreciso permette a Leoni di salvare la propria porta sul tentativo di tocco sotto del Diablo. La rete è però nell’aria e arriva al 26’: fuga di Beccaro sulla sinistra, tocco morbido dentro e gran sinistro al volo di Maracchi che fa esplodere la gioia del centinaio di supporters giuliani arrivati a Gorgonzola. Alla mezz’ora un cambio per parte, nei padroni di casa Jefferson per Daniele Rocco, nella Triestina Bolis per Beccaro. A 10’ dal termine il pareggio della Giana su azione da corner, Perna in mischia scarica in rete dopo aver controllato il pallone con un braccio, vane le proteste alabardate, comprese quelle di Mister Pavanel. Nel finale ci prova da una parte Granoche di testa, dall’altra Perna con un mancino potente ma fuori misura. Finisce con un pari che sa di beffa vista l’azione che ha portato al gol del definitivo 1-1, un risultato che comunque prolunga la striscia positiva alabardata e lascia inalterate le distanze in alta classifica. Ora c’è una chance ghiottissima, tra una settimana, nel nostro stadio. Una chance che se sfruttata a dovere, riaprirebbe il campionato. FORZA RAGAZZI!