Reggio Audace Vs Triestina

3 - 1

  • Kargbo (35)
  • Varone (54)
  • Kargbo (88)

REGGIO AUDACE – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  3-1 (P.T. 1-1)

MARCATORI: 35′ Kargbo, 45′ Malomo, 54′ Varone, 88′ Kargbo

REGGIO AUDACE (3-4-2-1): Narduzzo; Spanò, Rozzio, Martinelli (69′ Espeche); Libutti, Rossi, Zanini (74′ Radrezza), Kirwan (84′ Favale); Varone, Staiti (84′ Haruna), Kargbo.  A disp: Voltolini, Santovito, Iaquinta, Brodic, Muro.  All. Massimiliano Alvini

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Formiconi, Malomo, Lambrughi, Frascatore; Maracchi (74′ Giorico), Paulinho, Beccaro (61′ Gomez); Procaccio (74′ Gatto), Granoche, Mensah (84′ Ferretti).  A disp: Matosevic, Steffè, Ermacora, Codromaz, Scrugli, Cernuto, Vicaroni.  All. Nicola Princivalli

ARBITRO: Daniele Rutella (Enna)  ASSISTENTI: Cortese (Palermo) Poma (Trapani)

NOTE: Pomeriggio mite, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Frascatore, Gomez (Ts), Varone, Kirwan (Re) per gioco falloso, Mensah (Ts) per proteste. Espulso: Frascatore (Ts) al 52′ per doppia ammonizione. Recupero: 0′ e 4′

 

La nona di campionato vede l’Unione impegnata al prestigioso Mapei Stadium di Reggio Emilia contro la Reggio Audace, matricola terribile e fin qui imbattuta in stagione, con quattro vittorie e quattro pari che l’hanno messa immediatamente dietro alla coppia Padova-Vicenza Virtus. Padroni di casa con alcune assenze di rilievo, i due attaccanti Marchi e Scappini oltre al difensore Costa, Triestina priva di Costantino, Hidalgo e Salata.

Granata con il 3-4-2-1, l’ex Libutti a presidiare la corsia di destra e la coppia Staiti-Varone a supporto di Kargbo, con il nuovo arrivato Brodic inizialmente in panchina. Unione con il 4-3-3 nel quale rientrano Formiconi e Lambrughi, in mediana Paulinho è vertice basso con Maracchi e Beccaro nel ruolo di mezz’ala, Granoche riferimento offensivo centrale supportato sulle corsie da Procaccio e Mensah.

Avvio determinato dei padroni di casa, al 4′ Kargbo in pressing alto ruba palla a Lambrughi ed entra in area da destra, piatto da posizione defilata con ottimo intervento di Offredi che manda in corner. Dall’azione d’angolo la sfera arriva ai venti metri con Zanini che lascia partire un preciso diagonale mancino che si stampa sul palo alla sinistra di Offredi. Al 9′ ancora granata pericolosi con una bella combinazione sulla sinistra, Zanini mette al centro per Kargbo che in spaccata all’altezza del dischetto spedisce abbondantemente a lato. Al 10′ azione insistita di Kargbo che smista per Staiti defilato sulla destra in area, Offredi chiude in corner coprendo il primo palo sul tentativo di tiro cross del trequartista reggiano. Il primo squillo alabardato arriva al 12′, Maracchi cerca il destro dai venti metri, Narduzzo devia in tuffo mandando in angolo. Al 21′ padroni di casa ancora attivi in avanti con un’intelligente sponda all’indietro di Kargbo per Varone, destro a giro dal limite sul quale Offredi è attento sventando la minaccia. Al 22′ clamorosa palla gol alabardata con una vella combinazione Granoche-Procaccio, l’attaccante arriva a rimorchio e prova la puntata dai 7-8 metri, Narduzzo salva i suoi d’istinto. Non succede granché per circa dieci minuti, poi al 35′ i padroni di casa passano, tocco dentro di Staiti per Varone, girata spalle alla porta che termina sul palo con Kargbo che insacca il tap-in da due passi. Proteste alabardate al 37′, gran lavoro di Maracchi in fase di controllo col centrocampista che prima del tiro finisce giù, Rutella fa cenno di proseguire. Clamorosa palla gol Triestina al 42′, Maracchi imbecca Granoche che stringe troppo il diagonale col destro, Mensah a sua volta manca di un soffio l’impatto in spaccata da pochi metri a porta ormai sguarnita. Il gol è nell’aria e arriva allo scadere di frazione, corner a uscire di Frascatore, stacco imperioso di Malomo e palla all’incrocio dei pali, rete del pareggio che è di fatto l’ultima emozione del primo tempo.

Al rientro in campo non ci sono variazioni nei due schieramenti, avvio di buona personalità dell’Unione con i padroni di casa costretti nella propria trequarti ma al 7′ il secondo fallo del match di Frascatore porta Rutella a sventolare il secondo giallo per il difensore, Triestina in dieci. Passano 2′ e oltre all’inferiorità numerica arriva la beffa del nuovo vantaggio reggiano, veloce ripartenza con Kargbo che mette da destra in mezzo per Varone che appena dentro l’area segna col destro in diagonale. Nella Triestina dentro Gomez per Beccaro poco dopo il quarto d’ora, nonostante l’inferiorità numerica l’Unione pur concedendo fisiologici spazi al contropiede reggiano, costringe i padroni di casa sulla difensiva con una serie di calci d’angolo. Al 28′ il contropiede reggiano trova sfogo con la potenza di Kargbo che sfugge a Malomo per poi cestinare una grande occasione a tu per tu con Offredi. Al 32′ Radrezza da destra mette tagliato sul secondo palo, Kargbo e Staiti si ostacolano saltando di testa e l’azione sfuma. Al 38′ Kargbo si mangia il match point su cross di Libutti dalla destra, partito in posizione più che sospetta, Offredi è prodigioso e sventa d’istinto. Al 41′ occasione ghiotta per la Triestina, Ferretti va col mancino a colpo sicuro trovando un difensore, stessa sorte per il successivo destro di Gatto. Passano 2′ e i padroni di casa chiudono la partita, Kargbo riceve da sinistra e col piatto destro non sbaglia una sorta di rigore in movimento mettendo nell’angolo basso alla destra di Offredi. La partita di fatto si chiude su questo episodio, la buona partenza di ripresa viene frustrata da un doppio giallo e dall’immediato nuovo vantaggio reggiano, l’Unione con volontà attacca e prova a rimetterla in piedi ma rischia sulle ripartenze granata e nel finale incassa il definitivo 3-1 dei padroni di casa.