Ternana vs Triestina

0 - 2

  • Mensah (46)
  • Granoche Rig. (74)

TERNANA CALCIO 1925 – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 0-2 (1° T. 0-0)

MARCATORI: 46’ Mensah, 74’ Granoche Rig.

TERNANA CALCIO 1925 (4-3-3): Iannarilli; Russo, Diakitè, Fazio, Bergamelli; Paghera (62’ Frediani), Pobega, Castiglia (74’ Callegari); Furlan (53’ Boateng), Marilungo, Bifulco (62’ Vantaggiato).  A disp: Vitali, Gagno, Rivas, Giraudo, Hristov, Nicastro, Defendi, Palumbo.  All. Fabio Gallo

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-2-3-1): Offredi; Formiconi (79’ Libutti), Malomo, Lambrughi, Frascatore; Coletti, Maracchi; Beccaro (62’ Bariti), Procaccio (79’ Steffè), Mensah (69’ Petrella); Granoche.  A disp: Boccanera, Matosevic, Pizzul, Codromaz, Gubellini, Pedrazzini, Bolis.  All. Massimo Pavanel

ARBITRO: Gualtieri (Asti)  ASSISTENTI: Lombardi (Castellammare di Stabia – NA) Spiniello (Avellino)

NOTE: Pomeriggio mite e soleggiato, terreno in discrete condizioni. Recupero: 0’ e 3’. Ammoniti: Formiconi (Ts), Paghera (Te) per gioco falloso

 

Trasferta prestigiosa ed importante per i rossoalabardati, di scena al “Liberati” contro i rossoverdi di casa. Umbri a caccia del rilancio dopo il recente terzo cambio in panchina, con l’arrivo di Fabio Gallo nella mattinata di giovedì. Unione dal canto suo con l’obiettivo di uscire da Terni con punti importanti di fronte a un’avversaria che nonostante le difficoltà, dispone di una rosa con tanti effettivi d’altra categoria. Mister Pavanel, che deve far fronte al forfait di Costantino colpito duro all’alluce dolente contro il Sudtirol, torna alla difesa a quattro con Formiconi e Frascatore sulle corsie, mediana affidata a Coletti e Maracchi mentre Granoche viene supportato da Procaccio, Mensah e Beccaro.

Avvio di buona personalità della Triestina, subito al tiro dopo 2’ con Maracchi da posizione defilata, Iannarilli controlla senza particolari patemi. Al 6’ bellissima azione iniziata da Beccaro e rifinita da un cross basso di Procaccio con sponda all’indietro di Granoche, la sfera rimbalza male complice il terreno irregolare e Maracchi in corsa dal limite mette così alle stelle il destro piazzato. Al 13’ prima fiammata rossoverde nata da un corner per l’Unione, ripartenza e superiorità numerica per gli umbri che trovano Bifulco solo davanti ad Offredi, sull’uscita del portiere l’attaccante manda incredibilmente alle stelle. Dopo un quarto d’ora senza particolari spunti, al 28’ Marilungo centra una clamorosa traversa con un destro al volo dai venti metri dopo respinta corta della difesa alabardata, la Triestina non sta comunque a guardare e sul capovolgimento di fronte ci prova dalla media con Frascatore, il suo mancino è però meno preciso di quello del collega. Sulla destra l’Unione sfonda con discrete trame, al 41’ Formiconi viene ben pescato da Beccaro e crossa basso, la difesa respinge corto e Coletti calcia alto di prima intenzione dai venti metri. Quasi allo scadere la chance nasce invece da sinistra, Mensah lavora un pallone difficile e crossa in mezzo, Maracchi anticipa tutti all’altezza del dischetto ma complice il disturbo di Paghera arriva in precario equilibrio all’impatto mettendo alto di poco. E’ l’ultimo spunto di cronaca di un primo tempo che ha visto l’Unione giocare meglio e attaccare con più continuità rispetto agli avversari, che però con due fiammate di Bifulco e Marilungo hanno sfiorato il punto del vantaggio.

Si riparte senza cambi nei due schieramenti e pronti-via l’Unione passa: apertura di Coletti per l’uno contro uno di Mensah sulla sinistra, il suo cross viene respinto corto e da posizione defilata è ancora  Mensah a scaraventare in rete il gol del vantaggio. Il gol infonde entusiasmo agli alabardati che vanno vicini al raddoppio al 6’ con combinazione Mensah-Frascatore, il cross teso di quest’ultimo attraversa l’area piccola senza trovare il tocco vincente di un compagno. Gallo attinge alla ricca panchina all’8’ inserendo Kingsley Boateng per Furlan, senza cambiare lo scacchiere tattico. A graffiare è però ancora la Triestina al 13’ e nuovamente sull’asse Mensah-Frascatore, il suo tiro-cross dalla sinistra viene alzato in corner da Iannarilli. Ancora Triestina al 16’, assist di Procaccio dalla destra, Mensah in piena area calcia a sua volta col destro a lato di un soffio. Cambi subito dopo, la Ternana manda in campo Vantaggiato e Frediani per Paghera e Bifulco, nell’Unione Bariti sostituisce Beccaro. Superata la metà della ripresa secondo cambio alabardato, con Petrella che prende il posto di Mensah. Unione padrona del campo, al 28’ uno schema su punizione porta Procaccio in posizione di tiro, netta spinta di Bergamelli su di lui e rigore assegnato senza esitazioni da Gualtieri. Granoche dagli undici metri è più freddo del Mar Baltico a gennaio e sigla il raddoppio che manda in visibilio la cinquantina di splendidi tifosi alabardati presenti a Terni. Si entra nell’ultimo quarto d’ora con la Triestina che vede l’inserimento di Libutti e Steffè per Formiconi e Procaccio, mentre la Ternana inserisce Callegari per Castiglia. I padroni di casa cercano di buttare palloni in avanti più coi nervi che col gioco, mettendo sul campo un forcing sterile che l’Unione controlla senza rischiare nulla, conducendo in porto una vittoria tanto prestigiosa quanto pesante, dando un segnale importante: la Triestina non molla un centimetro! GRANDI RAGAZZI!