Triestina Vs Carpi

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – CARPI F.C. 1909  1-0 (P.T. 0-0)

MARCATORI: 70′ Gomez

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Lepore, Capela, Lambrughi, Lopez; Calvano (79′ Maracchi), Giorico, Rizzo (68′ Rapisarda), Sarno (46′ Litteri); Gomez, Mensah (79′ Tartaglia).  A disposizione: Valentini, De Luca, Brivio, Granoche, Palmucci.  All. Giuseppe Pillon

CARPI F.C. 1909 (3-4-1-2): Pozzi; Gozzi (59′ Ercolani), Venturi, Sabotic; Eleuteri (86′ Ferretti), Ghion (65′ Martorelli), Fofana, Lomolino (86′ Marcellusi); Bellini, Giovannini, De Sena.  A disposizione: Rossi, Llamas, Varoli, De Cenco, Bayeye, Offidani, Ceijas, Ridzal.  All. Sandro Pochesci

ARBITRO: Turrini (Firenze)  ASSISTENTI: Martinelli (Seregno) Giorgi (Legnano)  IV UOMO: Zucchetti

NOTE: Pomeriggio freddo, soleggiato e ventilato. Terreno di gioco in buone condizioni.  Ammoniti: Lambrughi (Ts), Sabotic (Ca) per gioco falloso.  Recupero: 1′ e 5′

 

Dopo la trasferta infrasettimanale in quel di Fermo, l’Unione torna al “Rocco” per ospitare il Carpi nella trentaduesima giornata di campionato. Alabardati per tornare alla vittoria dopo sei pareggi consecutivi, ospiti per riscattare il ko interno con la Vis Pesaro e blindare il discorso salvezza riavvicinando l’obiettivo playoff. Triestina con diversi indisponibili e ormai collaudato 4-3-1-2, difesa ‘tipo’ con Lepore, Capela, Lambrughi e Lopez, in mediana Rizzo viene preferito a Maracchi mentre in attacco confermati Sarno e Gomez, Mensah viene rilanciato dal 1′ dando un po’ di riposo a Litteri. Ospiti con difesa a tre marchio di fabbrica di Sandro Pochesci, mediana con i muscoli di Fofana e il talento di Ghion, attacco con De Sena preferito a De Cenco (non al meglio) e il talentuosissimo Giovannini ad agire da seconda punta.

Unione subito propositiva e pericolosa al 4′, palla tagliata di Lepore da destra con Mensah che spedisce alto di testa da buona posizione, Calvano immediatamente alle spalle era pronto all’incornata a botta sicura. Assolo di Mensah sulla sinistra all’undicesimo, potente cross rasoterra contenuto in due tempi da Pozzi in decisivo anticipo su Gomez, in agguato in area piccola. Prima pericolosa sortita ospite al quarto d’ora, Eleuteri centra tagliato dalla trequarti destra, Lomolino sbuccia il mancino al volo all’altezza del secondo palo. Pecca di concretezza la Triestina sul capovolgimento di fronte, vanificando un 4 contro 4 perdendo un po’ troppo tempo nell’arrivare alla rifinitura. Bella giocata al 23′ sull’asse Sarno-Lepore, corridoio del primo a liberare il secondo sulla destra, cross basso sul quale però c’è solo la presa dell’estremo ospite Pozzi. Un rimpallo su un dribbling tentato da Gomez porta Giorico al destro dai venti metri al 26′, la sfera si perde alta sopra la traversa. Il vento a folate disturba parecchio la costruzione del gioco, l’Unione continua a fare la partita con il Carpi che sta sulla difensiva e intasa gli spazi, la contesa resta piuttosto bloccata e avara di vere occasioni da gol. Fisiologico quindi il rientro negli spogliatoi sullo 0-0 di partenza, specchio di una prima frazione nella quale Pozzi si è dovuto sporcare i guantoni più di Offredi, ma senza essere impegnato in modo severo dagli alabardati.

Al rientro in campo dentro Litteri per Sarno, Gomez arretra di qualche metro per dare più fisicità a supporto delle punte. Al 3′ si apre un vantaggioso contropiede tre contro due per gli alabardati, l’assist a Litteri arriva però con eccessivo ritardo e la difesa ospite può chiudere la potenziale minaccia. Ripartenza Carpi al 13′, De Sena serve Giovannini che cerca il diagonale mancino, ci vuole una super parata di Offredi per tenere la parità. Prima vera conclusione alabardata della ripresa al 19′, Lepore centra morbido da destra per la correzione aerea di Litteri, precisa verso l’angolo ma non potente, Pozzi blocca in presa. Al 23′ dentro Rapisarda per Rizzo, subito dopo ci prova Lepore col destro dalla media distanza, Pozzi blocca in presa bassa. Dalla parte opposta gol annullato al Carpi, De Sena colpisce di testa in fuorigioco su bel cross dalla destra di Martorelli. Capovolgimento di fronte e vantaggio Triestina, Lopez crossa ampio da sinistra trovando l’incornata di Gomez che inganna un non perfetto Pozzi, è vantaggio Unione a 20′ dal termine. Il vantaggio dà maggior sicurezza alla Triestina, vicina al raddoppio al 33′ con un potente destro di poco alto di Calvano dai venti metri. A 11′ dal termine dentro Tartaglia e Maracchi per Mensah e Calvano, Triestina col 4-4-2 con Rapisarda e Lopez sulle corsie. A 4′ dalla fine doppio cambio Carpi, Ferretti e Marcellusi per Lomolino ed Eleuteri. Al 43′ ci prova Tartaglia di testa su punizione di Lepore dalla trequarti destra, incornata debole parata da Pozzi. Si entra nei 5′ di recupero con gli sterili attacchi degli ospiti che producono un innocuo destro di Ferretti, la Triestina fatica ma dopo sei pareggi consecutivi ritrova l’importantissimo sapore della vittoria, portando a casa tre punti preziosissimi.