Triestina Vs Legnago Salus

4 - 1

  • Petrella (36)
  • Petrella (46)
  • Gomez (60)
  • Gomez (65)
  • Lovisa (74)

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – F.C. LEGNAGO SALUS  4-1 (P.T. 1-0)

MARCATORI: 36′ Petrella, 46′ Petrella, 60′ Gomez, 65′ Gomez, 74′ Lovisa

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Lepore, Capela, Lambrughi, Lopez (78′ Brivio); Calvano (66′ Rizzo), Giorico, Procaccio, Petrella (78′ Ligi); Mensah, Gomez (85′ Granoche).  A disposizione: Valentini, De Luca, Rossi, Sarno, Struna, Palmucci.  All. Giuseppe Pillon

F.C. LEGNAGO SALUS (4-3-1-2): Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Stefanelli, Girgi; Antonelli (51′ Giacobbe), Bulevardi (51′ Morselli), Yabrè (51′ Chakir), Laurenti (66′ Lovisa); Grandolfo, Buric (68′ Perna).  A disposizione: Pavoni, Corvi, Ricciardi, Rolfini, Lazarevic, Ruggero.  All. Massimo Bagatti

ARBITRO: Carrione (Castellammare d/S)  ASSISTENTI: D’Elia (Ozieri) Niedda (Ozieri)  IV UOMO: Repace (Perugia)

NOTE: Pomeriggio piovoso, terreno di gioco pesante ma in buone condizioni. Ammoniti: Giorico (Ts), Bulevardi, Laurenti (Le) per gioco falloso. Recupero: 3′ e 3′

 

Alabardati a caccia del terzo risultato utile consecutivo e della vendetta sportiva rispetto al pesante ko patito all’andata, Legnago per cercare punti preziosi per allontanarsi dalla zona calda della classifica. In un “Rocco” reso piuttosto pesante dall’abbondante pioggia, Unione e biancazzurri veronesi si affrontano nella quarta giornata di ritorno. Mister Pillon deve fare la conta degli assenti ma non si discosta dal consueto 4-3-1-2, nel quale vengono schierati subito dal 1′ i due volti nuovi Lepore e Lopez, torna inoltre titolare Anibal Capela a formare la coppia centrale con Lambrughi (oggi alla 100^ in alabardato). In mediana Procaccio sostituisce l’infortunato Maracchi mentre viene confermato il tridente offensivo Petrella-Mensah-Gomez. Ospiti con modulo speculare con centrocampo affidato a Yabrè con Laurenti e Bulevardi ai fianchi, in attacco insieme a Grandolfo viene subito gettato nella mischia il nuovo arrivo Buric.

Sfida subito agonisticamente accesa, dopo appena 90″ Mensah svernicia in velocità Stefanelli che gli taglia la strada verso la porta, entrambi finiscono a terra con Carrione che lascia proseguire. Unione propositiva soprattutto sulla corsia di sinistra con un paio di belle discese di Lopez, gli ospiti si fanno vedere al 9′ su azione da corner con un debole colpo di testa di Bondioli agevolmente parato da Offredi. All’undicesimo gran palla dalla trequarti sinistra di Lopez, Mensah è completamente solo ma non riesce a staccare mancando quindi l’impatto col pallone da pochi passi. Splendida giocata di Lepore al 14′, gran controllo a seguire su cambio campo di Lambrughi e staffilata mancina alzata con difficoltà in angolo da Pizzignacco. Ancora Triestina vicinissima al vantaggio al 16′, cross tagliato di Lepore da destra con stacco imperioso di Capela e sfera a lato di un soffio. Altra palla molto interessante di Lopez dalla trequarti sinistra al 20′, Petrella sbuca alle spalle dei difensori impattando però male di testa da buona posizione. Ancora Triestina pericolosa al 22′, cross ampio di Lopez da sinistra, torre di Calvano e girata debole di Gomez dai 7-8 metri complice anche l’ostacolo decisivo di un difensore. Dopo tanti minuti in apnea si rivede il Legnago al 28′, bel cross da sinistra di Girgi e incornata debole di Bulevardi, Offredi blocca in presa. Unione nuovamente vicinissima al vantaggio alla mezz’ora, Petrella col corner ampio a rientrare, Pizzignacco esce a vuoto con sfera che sbatte quasi fortuitamente su Mensah al limite dell’area piccola terminando di poco a lato. Al 32′ è Petrella ad intercettare un’errata palla orizzontale di Grandolfo, tentativo violento dai venticinque metri con sfera alta non di molto. Al 36′ il bunker ospite cede, Petrella nel traffico trova il destro vincente all’altezza del dischetto, portando in meritatissimo vantaggio gli alabardati. Non si ferma la Triestina, sotto il diluvio cerca gloria Calvano dalla media distanza al 40′, Pizzignacco vola a toglierla dal ‘sette’ ripetendosi subito dopo su un velenoso destro di Lepore. Dopo 3′ di recupero arriva il duplice fischio di Carrione, Triestina avanti di misura con un vantaggio fin troppo risicato per la superiorità mostrata condita dalle diverse occasioni costruite.

Rientro in campo senza cambi e dopo appena 50″ l’Unione raddoppia: rapido scambio Gomez-Petrella a metà campo, Mirco va in percussione fino ai venti metri scaricando un mancino fantastico all’incrocio dei pali. Triplo cambio Legnago dopo 6′, Morselli-Chakir-Giacobbe per Bulevardi-Yabrè-Antonelli. Dopo una prepotente discesa di Lopez con cross morbido appena impreciso per Mensah, proprio il neo-entrato Morselli si fa vedere con una pregevole azione personale, palla bassa tagliata molto interessante sulla quale Chakir non arriva in spaccata. Molto simile la dinamica al 12′, stavolta è Girgi dal vertice sinistro a cercare ancora Chakir (in posizione sospetta), altra ‘estirada’ senza impattare il pallone e l’azione sfuma. Al 14′ risponde la Triestina con Petrella vicino alla tripletta personale su assist di Calvano, mancino dai venti metri con sfera di poco alta. Al quarto d’ora l’Unione fa tris, Gomez va col bolide destro dal limite trovando un miracoloso Pizzignacco, che però non può nulla sul successivo mancino rasoterra del centravanti (assist di Procaccio). Passano 5′ ed è Petrella a mandare in porta Gomez, doppio dribbling ai danni di Pizzignacco e destro sotto la traversa da pochi metri per il poker alabardato. Torna in campo Rizzo al posto di Calvano, gli ospiti inseriscono Lovisa e Perna per Laurenti e Buric. Continua ad imperversare l’Unione, vicina alla manita al 24′ con un cross di Petrella che attraversa l’area piccola non trovando Mensah per questione di centimetri. Altra grande giocata al 25′, uno-due stretto Gomez-Mensah, tocco dentro per Procaccio che manda di poco fuori il destro in diagonale.  A pochi secondi dalla mezz’ora gol della bandiera veronese, bel movimento di Lovisa spalle alla porta concluso da un preciso diagonale destro che vale il 4-1. Doppio cambio Unione al 34′, Ligi e Brivio prendono il posto di Petrella e Lopez, Triestina che passa al 3-5-2. A 5′ dal termine staffetta in attacco con Granoche che sostituisce Gomez, il punteggio è acquisito ma l’Unione insiste a caccia del pokerissimo, sfiorandolo nel finale con Mensah e Brivio. Arriva il triplice fischio, una Triestina bella ed intensa travolge il Legnago con un poker convincente.