Triestina Vs LR Vicenza Virtus

0 - 3

  • Cinelli (46)
  • Arma (65)
  • Saraniti (77)

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – LR VICENZA VIRTUS  0-3 (P.T. 0-0)

MARCATORI: 46′ Cinelli, 65′ Arma, 77′ Guerra

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi; Scrugli (63′ Steffè), Malomo, Lambrughi, Formiconi; Maracchi, Giorico, Beccaro (52′ Procaccio); Ferretti (52′ Gomez), Costantino (52′ Granoche), Gatto (77′ Mensah).  A disp: Matosevic, Frascatore, Paulinho, Ermacora, Codromaz, Hidalgo, Cernuto.  All. Carmine Gautieri

LR VICENZA VIRTUS (4-3-1-2): Grandi; Bruscagin, Padella, Cappelletti, Barlocco (68′ Liviero); Rigoni, Pontisso (68′ Zonta), Cinelli, Vandeputte (68′ Zarpellon); Marotta (68′ Guerra), Arma (78′ Saraniti).  A disp: Albertazzi, Bianchi, Scoppa, Bizzotto, Pasini, Tronco, Emmanuello.  All. Domenico Di Carlo

ARBITRO: Matteo Marcenaro (Genova)  ASSISTENTI: Dario Gregorio (Bari) Giovanni Mittica (Bari)

NOTE: Pomeriggio soleggiato, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Barlocco, Marotta (Vi) per comportamento non regolamentare. Recupero: 1′ e 3′

 

La quattordicesima giornata di campionato vede al “Rocco” una grande classica del calcio triveneto, il sempre sentito match tra Triestina e Vicenza. Alabardati a caccia del rilancio dopo il pesante ko sul campo della Feralpisalò, arrivato dopo tre successi consecutivi. Berici reduci dal blitz del Padova al “Menti” con conseguente sorpasso al primo posto, parzialmente mitigato dal rotondo 1-4 inflitto proprio ai biancoscudati in Coppa Italia a metà settimana. Carmine Gautieri vara un nuovo modulo affidandosi al 4-3-3, al centro della difesa rientra Malomo mentre in mediana è Beccaro a fare reparto con Giorico e Maracchi. In attacco iniziale panchina per Granoche, dentro lo scalpitante Costantino con Gatto e Ferretti sulle corsie. Ospiti con il 4-3-1-2, unico assente lo squalificato Giacomelli e undici iniziale simile a quello dell’ultimo match di campionato con il Padova, con l’eccezione dell’ex Rachid Arma al posto di Guerra accanto a Marotta.

Avvio piuttosto bloccato e primo spunto di cronaca su palla inattiva, corner di Giorico messo fuori dalla difesa, Gatto prova il destro al volo a palombella dai venticinque metri con palla di poco alta. Risposta degli ospiti al quarto d’ora, cross tagliato di Bruscagin da destra, Marotta in rovesciata trova grande coordinaazione e Offredi pronto alla respinta. Al 20′ è Cappelletti su azione d’angolo a provarci anche in questo caso con una rovesciata, comodo l’intervento centrale di Offredi. Per una ventina di minuti poche emozioni e sfida decisamente bloccata, al 43′ si rivede poi la Triestina in avanti con un cross di Beccaro dalla destra, Gatto da ottima posizione calcia al volo spedendo alto in quella che probabilmente è la migliore occasione del match fino a questo punto. E’ l’ultimo spunto di cronaca di una prima frazione piuttosto bloccata e avara di emozioni.

Al rientro in campo non ci sono sotituzioni e l’avvio per gli alabardati è in salita, al primo pallone messo in mezzo dalla destra Cinelli trova infatti il piatto destro vincente dal dischetto, il cronometro segna appena 25″ di gioco. Pochi minuti e triplo cambio per l’Unione, Granoche, Gomez e Procaccio prendono il posto di Costantino, Ferretti e Beccaro, con il ritorno al 4-4-2. La Triestina guadagna campo ma di fatto occasioni di rilievo non ne arrivano, si supera così il quarto d’ora e nell’Unione entra Steffè per Scrugli. Al 20′ seconda doccia fredda per la Triestina, cross da sinistra di Cinelli e stacco vincente di Arma per il raddoppio, berici in rete con grande cinismo e il secondo tiro della ripresa. Al 21′ su azione da corner lo stacco di Malomo viene bloccato da Grandi con Gomez a pochi passi dalla deviazione in area piccola. La reazione alabardata non c’è ed è anzi il Vicenza a trovare la terza rete con Guerra, tocco da due passi su sponda di Arma dal lato destro dell’area. La partita di fatto finisce qui, i fischi del “Rocco” accompagnano l’ultimo quarto di gara, un pomeriggio nerissimo.

 

Ph. Scabar