Triestina Vs Perugia

2 - 1

  • Boultam (4)
  • Boultam (40)
  • Aut. Tartaglia (82)

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – A.C. PERUGIA  2-1 (P.T. 2-0)

MARCATORI: 4′ Boultam, 40′ Boultam, 82′ Aut. Tartaglia

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Tartaglia, Capela (46′ Ligi), Lambrughi, Brivio; Rizzo, Giorico, Maracchi, Boultam (75′ Rapisarda); Granoche, Mensah (86′ Sarno).  A disposizione: Valentini, Rossi, Lodi, Filippini, Butti, Petrella, Palmucci, Calvano, Cavaliere.  All. Giuseppe Pillon

A.C. PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Rosi (60′ Falzerano), Angella, Monaco; Elia (78′ Dragomir), Kouan, Burrai (60′ Vanbaleghem), Sounas (60′ Minesso), Favalli (78′ Crialese); Melchorri, Murano.  A disposizione: Bocci, Baiocco, Sgarbi, Konate, Lunghi, Moscati, Cancellotti.  All. Fabio Caserta

ARBITRO: Di Graci (Como)  ASSISTENTI: Somma (Castellammare di Stabia) D’Apice (Castellammare di Stabia)  IV UOMO: Lovison (Padova)

NOTE: Pomeriggio freddo e nuvoloso, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Monaco (Pg), Lambrughi, Brivio, Giorico (Ts) per gioco falloso. Recupero: 1′ e 5′

 

Ultimo match al “Rocco” del 2020 per la Triestina, di fronte il Perugia retrocesso dalla B e principale candidato al pronto ritorno in cadetteria. Unione per dare continuità alla bella prova di lunedì sera a Padova e trovare la prima vittoria della gestione Pillon, ospiti imbattuti da undici giornate e con l’intenzione di mantenere mal che vada invariate le distanze dal Sudtirol capolista. Triestina con l’ormai consueta lunga lista di indisponibili, rotazioni all’osso soprattutto in attacco vista l’assenza di Gomez e Litteri, riproposto quindi il tandem offensivo Granoche-Mensah con Boultam sulla trequarti e confermato anche il resto dei titolari scesi in campo all’Euganeo. Caserta deve rinunciare a Bianchimano e Negro ma ha problemi di abbondanza, invariato il trio difensivo così come la coppia d’attacco, uniche modifiche nei cinque a centrocampo rispetto a sette giorni fa con Kouan, Sounas e Favalli proposti dal 1′.

Partenza aggressiva degli ospiti ma a passare è l’Unione, al 4′ Boultam riceve palla poco oltre la metà campo e dai venti metri esplode un destro potente che inganna Fulignati. La rete dà slancio all’Unione che fino al quarto d’ora trova un paio di pericolose combinazioni con l’ispiratissimo Boultam, il Perugia con la propria forza d’urto si fa vedere con un corner di Burrai deviato di testa da Rosi (salva Granoche) e con un bolide mancino di Melchiorri da posizione defilata che esalta i riflessi di Offredi al 16′. Ospiti vicini al pari al 17′, lunga palla verticale che coglie di sorpresa Tartaglia, Favalli cerca il mancino trovando ancora pronto Offredi che mette in corner (poi senza esito). Gli ospiti cercano di tenere costante la pressione, la Triestina gioca con grande attenzione provando a ripartire con prontezza, la gara procede equilibrata ed agonisticamente intensa e senza emozioni particolari fino al 38′, quando Rizzo dai trenta metri costringe Fulignati alla deviazione in corner in tuffo. E dall’angolo arriva il raddoppio ancora con Boultam, perfetto il suo inserimento di testa sulla battuta a rientrare di Giorico. Negli ultimi istanti si scaldano gli animi, il Perugia reclama un presunto penalty con però due giocatori alabardati a terra in area, la successiva ripartenza 4 contro 1 viene interrotta tra le proteste dal duplice fischio di Di Graci, si va al riposo con la bellissima doppietta di Boultam a decidere il parziale.

Al rientro in campo cambio forzato Triestina, Capela non può proseguire e al suo posto dentro Ligi. Occasione Perugia al 5′, Burrai cerca la ‘maledetta’ dai 35 metri mettendo in difficoltà Offredi che respinge corto, Angella manda in curva il tap-in da buona posizione. Scampato il pericolo l’Unione gioca bene, fraseggia con pulizia e fa correre a vuoto gli ospiti, che attingono dalla ricca panchina al 60′: dentro Falzerano, Minesso e Vanbaleghem per Rosi, Burrai e Sounas. La freschezza dei cambi non cambia tuttavia la sostanza, l’Unione fa girare molto bene palla e tiene egregiamente il campo, insidiando maggiormente la difesa di quanto non faccia il Perugia dalla parte opposta. Alla mezz’ora nella Triestina dentro Rapisarda per Boultam e subito dopo grosso spavento per Granoche, che subìta l’ennesima entrata da tergo da Angella cade male a terra e per un attimo sembra perdere conoscenza, dopo qualche istante col fiato sospeso El Diablo per fortuna si rialza. Crialese e Dragomir per Favalli ed Elia sono gli ultimi due cambi di Caserta al 78′, a cercare la via della rete è però la Triestina con un colpo di testa proprio di Granoche all’80’, Fulignati blocca. Passano 2′ e il Perugia in modo beffardo accorcia, su azione da palla inattiva arriva la sfortunata deviazione di Tartaglia a due passi da Offredi che riapre la contesa. A 4′ dal termine probabile problema muscolare per Mensah costretto ad abbandonare il match, al suo posto dentro Sarno. Si entra nei 5′ di recupero e l’Unione stringe i denti, difendendo con ordine e portando a casa tre punti pesantissimi, ancor più importanti vista la caratura dell’avversario e la situazione di totale emergenza.

 

Ph. Giovannini