L'Unione sbatte contro il muro Santarcangelo ed è costretta ad accontentarsi di un punto. Al "Rocco" finisce 1-1
L'Unione sbatte contro il muro Santarcangelo ed è costretta ad accontentarsi di un punto.

U.S. TRIESTINA CALCIO - SANTARCANGELO CALCIO 1-1 (P.t. 1-1)

MARCATORI: Acquadro 23', Moroni 42'

U.S. TRIESTINA CALCIO (4-3-3): Boccanera; Troiani, El Hasni, Codromaz, Grillo (70' Pizzul); Acquadro (65' Meduri), Porcari, Bracaletti (70' Pozzebon); Petrella, Arma, Bariti.  A disp: Perisan, Libutti, Celestri, Mori.  All. Sannino

SANTARCANGELO CALCIO (3-5-2): Bastianoni; Bondioli, Briganti, Sirignano; Toninelli, Obeng, Dalla Bona, Moroni (70' Maloku), Broli; Piccioni, Bussaglia (88' Palmieri).  A disp: Moscatelli, Addario, Pandza, Bruschi, Soumahin, Dhamo, Spoliarits, Chiacchio.  All. Angelini

ARBITRO: Tursi (Valdarno)  ASSISTENTI: Teodori (Fermo) e Gentileschi (Terni)

NOTE: Recupero 2' e 3'. Ammoniti: Codromaz (Ts) e Bussaglia (Sa) per gioco falloso

 

L'anticipo serale dell'undicesima giornata vede la Triestina ospitare al "Rocco" il Santarcangelo. Alabardati in piena emergenza con panchina cortissima, confermato l'undici che ha sbancato Vicenza con l'unica eccezione di Codromaz al posto dell'infortunato Aquaro. Gli ospiti si presentano con un 3-5-2 caratterizzato dagli esterni molto bassi, Dalla Bona in cabina di regia e fiducia al tandem offensivo Piccioni-Bussaglia.

Breve fase di studio che dura su per giù cinque minuti, l'Unione prende saldamente in mano le redini del match e il canovaccio tattico è da subito ben preciso, Triestina a fare la partita e Santarcangelo chiuso a riccio negli ultimi 25-30 metri in attesa della ripartenza buona. Primo spunto di cronaca al 6', Petrella da destra rientra e crossa sul secondo palo, Arma trova l'impatto al volo da posizione defilatissima concludendo alto. Gli ospiti si fanno vedere con un siluro da distanza siderale di Dalla Bona, tiro però di alleggerimento e sfera piuttsoto alta. Cresce la Triestina, al 10' una pregevole apertura di Petrella innesca Bracaletti al vertice sinistro, movimento a rientrare e destro smorzato da un difensore con conseguente intervento agevole di Bastianoni. Poco dopo alabardati a un passo dal vantaggio, Acquadro innesca Arma a tu per tu con Bastianoni, Briganti decisivo in scivolata mette in corner il destro a colpo sicuro dell'attaccante giuliano. In una sfida governata in lungo e in largo dall'Unione, il Santarcangelo sornione crea comunque un grosso brivido al 16', quando Bussaglia spedisce fuori di un paio di metri un pallonetto su uscita di Boccanera, chance generata da un errata comunicazione tra l'estemo difensore e Codromaz su un lancio dalle retrovie senza particolari pretese. Dopo qualche minuto di relativa stanca, la Triestina trova l'episodio che spariglia il match, Bariti al 24' rientra da sinistra e crossa sul secondo palo, Bastianoni esce a farfalle e Acquadro ne approfitta insaccando di testa il meritato vantaggio. Per circa un quarto d'ora non succede nulla di rilevante quanto ad occasioni, Unione in controllo e col baricentro decisamente in avanti, ospiti ancora arroccati e in affanno ad ogni offensiva alabardata. Il finale di tempo è però sorprendentemente di marca romagnola, a 5' dal riposo Toninelli sfiora il pari con una velenosa rasoiata dal limite, punteggio che torna poi in parità al 42': Moroni supera Boccanera con un pregevole pallonetto dopo una spizzata di Piccioni, azione viziata da un intervento falloso su Petrella non ravvisato. Dopo 2' di recupero le squadre vanno negli spogliatoi sull'1-1, Triestina in controllo per 40' ma punita nel momento in cui ha abbassato intensità ed attenzione.

La ripresa non porta cambi negli schieramenti così come nel canovaccio della partita, Unione in possesso palla e alla ricerca di scardinare il bunker difensivo ospite, Santarcangelo arroccato e ficcante nelle sporadiche ripartenze tentate. Emozioni da segnalare non ne arrivano fino al 16', quando una travolgente volata di Petrella sulla destra non viene finalizzata a dovere da Porcari, che calcia male il mancino dal limite arrivando in corsa e smarcato da intelligente finta di Acquadro sull'assist all'indietro dell'attaccante. Un minuto dopo è Arma a spedire di poco a lato in tuffo di testa su cross dalla trequarti di Porcari, il momento sembra propizio ma il gioco ostruzionistico degli ospiti e i tanti errori non portano l'Unione a una fluidità di manovra che li possa rendere davvero pericolosi con costanza. Ci provano dalla distanza Porcari e poi Meduri (subentrato ad Acquaro al 20') ma la sostanza non cambia, al 25' poi dentro Pizzul per Grillo e nei romagnoli Maloku per Moroni. A cavallo della mezz'ora prima Dalla Bona costringe Boccanera ad alzare in corner una punizione dai quaranta metri trasformatasi in un velenoso tiro-cross, poi Bariti impatta benissimo al volo dal limite ma il muro gialloblù davanti a Bastianoni respinge in qualche modo. A 12' dal termine Sannino opta per il tutto per tutto togliendo Bracaletti ed inserendo Pozzebon, si passa al 4-2-4 ma se si eccettua un interessante mancino di Petrella dai venti metri al 37' (Bastianoni in angolo con affanno), non arrivano altre occasioni degne di nota. Si arriva così al termine al 93' sul punteggio di parità, un punto che da un lato prolunga a cinque la striscia positiva degli alabardati, dall'altro lascia l'amaro in bocca per non aver sfruttato la ghiotta occasione di fare un altro deciso balzo in classifica, prima della difficile trasferta in casa della capolista Pordenone.

29 ottobre 2017