Taurus veste l'U.S. Triestina Calcio, rinnovando una partnership forte e sincera!
Taurus veste l'U.S. Triestina Calcio, rinnovando una partnership forte e sincera!

Ieri sera la rosa della prima squadra e l'intero staff tecnico sono stati ospiti di  Taurus Spazio Uomo, negozio di abbigliamento in via San Nicolò, nel cuore di Trieste. Incontro cordiale tra giocatori e staff dell'Unione con il titolare Davide Vittor, con il quale il sodalizio alabardato ha rinnovato la partnership per la stagione sportiva 2017/2018. Un binomio indissolubile non solo perchè Taurus Spazio Uomo ha progettato e fornito le divise di rappresentanza ai nostri giocatori e allo staff, ma anche perchè il binomio tra la casa d'abbigliamento e la società alabardata ha una storia che va ben oltre il contesto lavorativo. Un percorso e un rapporto che il titolare Davide Vittor è ben felice di raccontarci: "Per me vestire la Triestina rappresenta motivo di grande soddisfazione ed orgoglio, ricevere questo tipo di investitura da parte della società sportiva più importante della città e per la quale faccio il tifo da sempre, non potrebbe che generare sensazioni come queste. Un motivo in più per esser felice di questa opportunità - spiega Davide Vittor - è legato al fatto che con Mauro Milanese c'è un rapporto di amicizia che dura da quando eravamo bambini. Siamo stati infatti compagni di classe alle elementari e alle medie". Alla domanda su chi dei due fosse più "birichino", Davide replica con sincero divertimento: "Devo ammettere che in classe eravamo entrambi abbastanza tranquilli, allo stesso tempo però riconosco che quando si usciva per la ricreazione e si potevano tirare quattro calci al pallone, indubbiamente se la cavava meglio lui".

Il calcio ha portato Mauro a calcare palcoscenici importanti, allontanandosi gioco forza dalla sua Trieste, ma il rapporto con Davide non si è certo interrotto ed anzi, si è ulteriormente rafforzato: "La carriera di Mauro come giocatore non la scopro certo io - prosegue il titolare di Taurus Spazio Uomo - si è dovuto allontanare presto dalla sua città ma ogni anno sotto le feste, senza aver mai un'anticipazione, a prescindere dalla squadra in cui militasse lo vedevo entrare in negozio per rivolgermi gli auguri di Natale, portandomi ogni volta un presente. Una volta che Mauro ha poi preso in mano le redini dell'Unione, la partnership per dotare prima squadra e staff degli abiti di rappresentanza, non poteva che divenire naturale quanto logica conseguenza".

Divise di rappresentanza all'insegna dell'innovazione, suscitando curiosità negli atleti e riscuotendo in loro grande soddisfazione per il prodotto finale: "L'anno scorso avevamo studiato e preparato un abito più classico, per questa stagione abbiamo invece dato una svolta significativa, mettendo a punto divise che potessero venire incontro alle esigenze dei giocatori, senza con questo perdere in eleganza. Abbiamo infatti progettato un abito sportivo, abbinando al pantalone della tuta la giacca sfiancata. Mauro ha poi chiesto ed ottenuto che venisse mantenuto il tocco di classe della cravatta di pura seta, a dare ulteriore stile a una tipologia di divisa che sta sempre più prendendo piede, pensando a case di moda che l'hanno proposta sul mercato come Dsquared e Dolce & Gabbana. I giocatori - prosegue Vittor - sono rimasti molto soddisfatti del prodotto, in particolar modo pensando al pantalone studiato appositamente per essere elegante ma allo stesso tempo comodo, ideale in occasione delle tante trasferte di questa stagione che prevedono magari diverse ore di pullman".

Dal parere tecnico sugli abiti a quello passionale del tifoso, Davide spazia a 360° dispensando ottimismo non certo di circostanza in chiave futura: "Da appassionato dell'Unione sono felicissimo, visto poi il grosso salto che è stato fatto nel giro di due stagioni. La squadra sta onorando un campionato difficile e di alto livello, ed è normale che soprattutto dopo alcune prestazioni decisamente positive, il pubblico vorrebbe vedere la Triestina spiccare il volo. Occorre però avere pazienza se ogni tanto c'è qualche passaggio a vuoto - spiega il titolare di Taurus - tutti  i percorsi di crescita partono dalle fondamenta e possono passare attraverso momenti di difficoltà, l'importante è credere nel proprio lavoro e guardare avanti con fiducia. Prendo un esempio legato al mio campo: se apro un negozio e in zona ce n'è un altro sulla cresta dell'onda da vent'anni, è normale che la mia attività non possa avere un boom immediato, ma facendo le cose come si deve e continuando a metterci anima e corpo, il successo non potrà che arrivare. In questo senso - prosegue Vittor - posso e voglio metterci la classica mano sul fuoco: Mauro Milanese è un vero professionista, ha scelto in panchina la guida di un allenatore professionista, bisogna costruire con pazienza partendo dalla certezza che questi uomini di calcio non si sarebbero messi in gioco senza la certezza di poter fare le cose fatte bene, dando il meglio".

Chiusura a sottolineare il rapporto di lunghissima data tra Davide Vittor e Mauro Milanese, con un'anticipazione in vista della prossima stagione e un auspicio dal sapore scaramantico per il futuro : "Finchè ci  sarà Mauro le divise di rappresentanza saranno griffate Taurus, questo lo posso dire senza alcun dubbio e aggiungo una piccola chicca, stiamo già studiando il modello per il prossimo anno. La tradizione Taurus ha sempre portato bene alle realtà triestine che ci hanno scelto, da alcuni campioni di Kickboxing fino a una coppia di partecipanti del celebre programma "La Corrida", quando il conduttore era ancora lo storico Corrado. Dal ring al palco, tutti tornarono a casa col successo in tasca. L'Unione? I vestiti li abbiamo messi a punto e forniti lo scorso anno - chiude Davide Vittor - e quest'anno sapete tutti in che campionato stiamo giocando...non aggiungiamo altro, incrociamo le dita e speriamo questa partnership continui ad essere di buon auspicio". 

7 dicembre 2017