Una vita da social: nutrita rappresentanza all’evento promosso dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza

una-vita-da-social-nutrita-rappresentanza-allevento-promosso-dal-dipartimento-di-pubblica-sicurezza

Questa mattina piazza Unità ha ospitato la tappa triestina della campagna itinerante di educazione alla legalità “Una vita da Social”, evento promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il supporto degli Uffici Scolastici Regionali.
A bordo di un truck allestito con tecnologie di ultima generazione giunto da Udine, gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno incontrato studenti di alcune classi della Divisione Julia, della De Marchesetti, del Galvani, del Galilei e del Dante, sensibilizzandoli sui rischi connessi con l’uso del web.
Il Questore Giuseppe Petronzi si è intrattenuto con una classe di studenti e successivamente alla stampa ha affermato che “è banale oggi dire ai giovani di fare attenzione sul web. Banale e pericoloso. I ragazzi – ha proseguito – devono guardare oltre alle apparenze anche sulla rete”.
Fra i presenti, oltre al Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni del Friuli Venezia Giulia, dottoressa Manuela De Giorgi, che ha illustrato le finalità della campagna, il Dirigente tecnico, dottor Dino Castiglioni dell’Ufficio scolastico regionale, e il professor Emanuele Bertoni, referente regionale per contrasto al bullismo e cyberbulismo dello stesso.
Testimonials dell’evento i i calciatori della Triestina Daniel Offredi, Alessandro Malomo, Giovanni Formiconi, Paolo Frascatore, Marco Beccaro, Leonardo Gatto, Daniele Giorico, Federico Maracchi, Davis Mensah e Andrea Ferretti, in campo domenica al Rocco contro il Ravenna per la serie C, i giocatori Arturs Strautins e Giga Janelidze della Pallacanestro Trieste che domenica giocherà a Milano, la nuotatrice paralimpica Giorgia Marchi in procinto di raggiungere Brisbane (Australia) per partecipare ai Global Games dal 10 al 21 ottobre (100 e 200 metri rana le sue gare preferite), le “orchette” Gioia Krasti e Dafne Bettini della Pallanuoto Trieste (debutto domani a Roma nella massima serie).
Tutti alquanto attivi sui socials, soprattutto durante le loro lunghe trasferte in Italia e all’estero, hanno ricordato agli studenti l’importanza di usare la rete con estrema attenzione e prudenza. Attenzione maggiore da parte loro in quanto sono personaggi pubblici e spesso sono da esempio per molto giovani.
La campagna “Una vita da Social” ha preso il via lo scorso 16 settembre da L’Aquila e si concluderà a luglio 2020, chiusura dell’anno scolastico 2019-2020. Dopo Trieste il truck raggiungerà Skopje, in Macedonia del Nord, sede della successiva tappa dal 12 al 17 ottobre.

 

Fonte: Ufficio di Gabinetto Questura di Trieste