Rimini Vs Triestina

RIMINI F.C. – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  0-1 (P.T. 0-1)

MARCATORI: 24′ Granoche

RIMINI F.C. (3-4-1-2): Sala; Ferrani, De Vito, Picascia; Nava (65′ Mancini), Cigliano, Montanari (74′ Lionetti), Silvestro (81′ Scappi), Palma (74′ Gerardi); Arlotti (65′ Ventola), Zamparo.  A disp: Scotti, Finizio, Cozzari, Van Ransbeeck, Petrovic, Pari, Santarini.  All. Giovanni Colella

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Formiconi, Codromaz, Malomo, Lambrughi (46′ Ermacora); Beccaro (78′ Steffè), Giorico, Maracchi, Procaccio (46′ Gatto); Gomez (69′ Mensah), Granoche (61′ Costantino).  A disp: Rossi, Matosevic, Paulinho, Ferretti, Scrugli, Cernuto.  All. Carmine Gautieri

ARBITRO: De Santis (Lecce)  ASSISTENTI: De Chirico (Barletta) Dell’Olio (Molfetta – BA)

NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura di circa 9°. Terreno di gioco sintetico insidioso. Ammoniti: De Vito, Picascia, Palma, Ferrani (Ri), Lambrughi, Beccaro, Gatto (Ts) per gioco falloso, Granoche (Ts) per proteste, Formiconi (Ts) per comportamento non regolamentare. Recupero: 0′ e 4′

 

Si chiude il girone d’andata con l’Unione impegnata nella prima di due trasferte consecutive prima della sosta natalizia, sul sintetico del “Romeo Neri” i rossoalabardati fanno visita al Rimini dell’ex mister di Bassano e Vicenza Giovanni Colella. Entrambe le squadre sono alla ricerca di punti importanti per tornare a muovere la classifica. Triestina che conferma lo stesso pacchetto arretrato di una settimana fa e ripropone il modulo con centrocampo a rombo, nel quale vertice basso è Giorico affiancato da Beccaro e Maracchi. Il tandem offensivo è Gomez-Granoche, con Procaccio a supporto.

Partenza positiva della Triestina, al tiro dopo 60″ con Gomez (mancino al volo dai venti metri a lato) e pericolosa con un invitante cross di Formiconi dalla trequarti destra al 2′. Primo tentativo riminese al 6′ ed è molto pericoloso, da palla inattiva messa fuori dalla difesa alabardata, Montanari cerca il destro al volo dai venti metri impegnando severamente Offredi che si rifugia in corner con l’aiuto di Formiconi, l’angolo non ha poi esito. Al 13′ è poi Cigliano a provarci col mancino poco fuori l’area di rigore, conclusione insidiosa ben controllata da Offredi in presa bassa. Ancora padroni di casa attivi in avanti con un destro di Zamparo dalla media distanza, Offredi è sulla traiettoria che sfila di poco a lato. Il buon momento riminese viene frustrato da una micidiale ripartenza alabardata al 24′, Maracchi imbecca in profondità Gomez che entra in area da sinistra e serve al centro rasoterra una sorta di rigore in movimento per Granoche, il mancino di Pablo è vincente e vale il vantaggio. Al 28′ ancora Triestina pericolosa con un bel cross di Formiconi da destra, incornata di Gomez potente ma centrale che Sala blocca in presa. Ancora pericolosi pur se solo potenzialmente gli alabardati al 29′, stavolta è Beccaro a metter dentro rasoterra da destra, Gomez liscia il tiro da buonissima posizione e la successiva botta di Granoche dal limite viene deviata da un difensore. Al 32′ ancora Unione vicina al raddoppio con una bella azione elaborata sulla corsia di destra, lavoro di Granoche spalle alla porta e servizio dentro per Beccaro il cui diagonale destro viene tenuto in due tempi da Sala. Dopo diversi minuti in apnea i padroni di casa tornano a rendersi pericolosi con un destro di Arlotti smanacciato da Offredi al 36′ e con un gran cross di Silvestro al 39′ da sinistra, Ferrani va a vuoto di testa sul secondo palo. Un minuto più tardi Arlotti se ne va di forza a Codromaz e serve dentro Palma a tu per tu con Offredi, gran salvataggio del portiere che poi da terra non si fa superare e sventa definitivamente il pericolo. Il finale del Rimini è arrembante ma la Triestina si difende con ordine e porta all’intervallo il vantaggio firmato Granoche.

In avvio di ripresa doppio cambio alabardato, Ermacora per Lambrughi (ammonito) e Gatto per Procaccio con conseguente passaggio al 4-4-2. Abvvio all’attacco dei romagnoli ma la prima chance è giuliana al 3′, Gatto in contropiede pesca Gomez che entra in area da sinistra, serie di doppi passi e mancino diagonale smorzato dalla difesa da ottima posizione. Al 7′ ottima iniziativa di Ermacora e palla profonda per Gatto, con bravura e fortuna Sala si salva uscendo a valanga ai venticinque metri. Ancora Triestina al 12′ con una percussione di Maracchi a sinistra, diagonale parato da Sala e azione che prosegue con un contro cross di Maracchi, la sfera danza pericolosamente in area per poi finire ai venti metri a Giorico che spara alto col destro. Al 16′ nella Triestina dentro Costantino per Granoche, i padroni di casa con rabbia cercano il pari ma la pressione romagnola non va oltre qualche pericoloso cross. Arriva così la quarta chance della ripresa per l’Unione e questa è pericolosissima, azione personale di Gatto da sinistra, movimento a convergere e destro messo in corner da un prodigioso volo di Sala. Prima del calcio d’angolo (senza esito) primi due cambi riminesi, con Mancini e Ventola per Nava e Arlotti. Al 23′ Giorico impegna Nava in una difficile smanacciata direttamente da calcio d’angolo e pochi istanti dopo arriva il quarto cambio alabardato, Mensah sostituisce Gomez andando a fare la seconda punta accanto a Costantino. A un quarto d’ora dal termine doppio cambio riminese, Gerardi e Lionetti prendono il posto di Palma e Montanari. Triestina ancora al tiro al 32′ e ancora con Gatto, stavolta il suo destro dal limite viene controllato senza grosse difficoltà da Sala. Ultimo cambio Triestina con Steffè per Beccaro mentre a 9′ dal termine ultimo avvicendamento romagnolo con Scappi per Silvestro. Al novantesimo Zamparo manca totalmente la girata sul primo palo da buona posizione mentre nel secondo dei quattro di recupero, Steffè in contropiede si divora il colpo del ko sparando addosso a Sala da pochi metri su assist di Costantino. Non arrivano ulteriori spunti di cronaca e il match si chiude con una preziosissima e meritata vittoria esterna per gli alabardati, il modo migliore per chiudere il girone d’andata nel penultimo appuntamento del 2019 calcistico. BRAVI RAGAZZI!